La creazione di un blog, parte dalla scelta dell’Hosting

Alla base della creazione di un blog, c’è sicuramente la scelta dell’hosting

La scelta dell’hosting, essendo la base di partenza per la creazione di un blog, deve essere fatta in modo ragionato e definitivo.


Questo perchè a differenza di altri servizi anche se a pagamento, un eventuale cambio potrebbe significare a notevoli perdite di tempo e traffico.

Per Questo Vi consiglio di usare un hosting di qualità che al costo di pochi euro al mese.

Vi garantisce prestazioni e servizi come il certificato SSL, di importanza oltre che per la sicurezza, è anche un fattore di cui Google, Bing, yahoo ed altri motori di ricerca tengono in considerazione per il ranking di un sito.

Il mio consiglio è quello di scegliere Hosting di buon livello per citarne alcuni:

Per visitare la pagine degli hosting sopra basta cliccare sul nome, nell’ elenco.

I servizi elencati sopra sono tutti hosting a pagamento di ottime prestazioni e con servizi aggiuntivi, Alcuni offrono L’SSL gratuito come nel caso di SiteGround.

Oltre ad avere un assistenza dedicata.


scelta dell'hosting

scelta dell’hosting

Quello che uso io è SiteGround.

SiteGround, secondo me è l’ideale per la creazione di un blog, forum, sito, e-commerce.

Già il pacchetto più economico, “StartUp”al costo di 3,95€ al mese, offre:

  • 10 Gb di spazio di archiviazione SSD (per un’ottima velocità)
  • 10000 visitatori mensili
  • Dominio Gratis
  • Sitebuilder
  • Assistenza (mi hanno risposto ad un ticket la domenica!!!)
  • SSL & HTTP/2
  • Cpanel e ssh
  • Backup giornaliero
  • e-mail illimitate
  • ecc…
creazione di un blog

creazione di un blog – SSL & HTTP/2

Quindi con il prezzo in offerta di 3,95€, abbiamo già un hosting veloce con tutti i servizi che ci servono, per creare un ottimo sito.

L’installazione di un CMS come WordPress, Joomla, ecc.., avviene in automatico dal pannello di controllo.


Web Hosting

 


Se acquistate dai link nella pagina oppure dal banner sopra, avrete la mia assistenza diretta.

Dall’configurazione iniziale fino alla completa creazione del sito.

non sai come fare per acquistare, installare WordPress e creare il tuo blog?

Vedi le video guide tutte gratuite, basta la registrazione.

Ti consiglio inoltre di acquistare l’hosting per la creazione di un blog, per periodi superiori ad un’anno, perchè anche questo fattore è importante per i motori di ricerca, più lungo è l’acquisto dell’hosting, più vedono il sito come affidabile.

E’ poi perchè potrete usufruire del prezzo promozionale per un periodo lungo.

Se invece la Vostra scelta dell’hosting è quella di usarne uno gratuito, Vi consiglio quelli che per me sono i migliori.

Il primo altervista ha un’hosting dedicato a wordpress, molto veloce e semplice, oppure un’hosting dove si possono installare diversi CMS e lo strumento di creazione blog di altervista.

Il secondo in elenco Blogger offre un unica possibilità, quella di creare il proprio blog con lo strumento di Google.

Entrambi ovviamente essendo strumenti gratuiti, non offrono certificato SSL, dominio di secondo livello, Che cos’è un dominio di secondo livello? leggi la guida !

Blogger prevede l’acquisto di un dominio di secondo livello da Godaddy al costo di 10$, all’anno.

Mentre Altervista non prevede il dominio di secondo livello per l’hosting WordPress, quindi per fare il redirect possiamo acquistare il dominio da un’altro gestore come nel caso della mia guida

Nel caso in questione il dominio di secondo livello è stato acquistato da Aruba.

Il mio consiglio è di usare Hosting Gratis, per progetti personali, senza troppe pretese.

 

 

 

The following two tabs change content below.
Ciao! Sono Luca il creatore di WebForumPro.com oltre a diversi blog, sono qui per aiutarti a creare Blog e app per qualsiasi domanda scrivimi nei commenti del blog,del forum oppure tramite il modulo contatti
4 commenti
  1. Massimo
    Massimo dice:

    Di quelli citati io personalmente ne ho provati in paio, ma non sono rimasto troppo troppo soddisfatto. Sicuramente meglio hostingperte.it, hosting italiano che non impone limiti di traffico mensili e, soprattutto, hanno un’eccellente supporto tecnico…

    Rispondi
  2. Massimo
    Massimo dice:

    Ciao Luca,
    godaddy non è tra i provider che ho utilizzato.
    Mi riferivo ad Aruba (credo che ogni spiegazione sui malfunzionamenti sia vana…non credo di essere l’unico a non essere soddisfatto) e siteground.
    Il problema con siteground è molto semplice, legato ai limiti di traffico imposti che, a mio avviso sono troppo troppo stretti.
    L’ho utilizzato per tre siti di tre clienti diversi e in due casi ho avuto il sito down un paio di volte perchè assorbivano troppe risorse (cpu da quello che mi hanno spiegato). Sinceramente avere i siti down è una cosa davvero spiacevole, specie quando devi dar conto ai tuoi clienti.
    Con uno dei due siti ho iniziato con un pacchetto Startup e per due volte ho fatto l’upgrade. Sono arrivato a pagare un prezzo spropositato secondo me (175€ annui per avere un servizio condiviso è davvero tanto, tra l’altro scontato al 50%) e il supporto tecnico continuava a dirmi che il mio sito assorbiva troppe risorse. Morale della favola, dopo aver pagato per due volte l’upgrade e dopo aver riscontrato sempre gli stessi problemi, ho deciso insieme al cliente di trasferire i servizi su hostingperte.it e i miei problemi sono scomparsi.
    A livello di performance non è cambiato praticamente nulla, stessi tempi di caricamento, a livello di supporto tecnico la cosa è nettamente migliorata perchè il supporto di hostingperte credo sia uno dei migliori in circolazione in questo momento.
    A livello economico, beh ora pago 46€/anno. Pagare un terzo per non avere problemi, beh, mi sembra un ottimo afffare.

    Rispondi
  3. luca tortora
    luca tortora dice:

    Ciao Massimo,

    Con Aruba ho notato le Tue stesse problematiche specialmente con l’assistenza tra ticket moduli da firmare, qualsiasi cosa a tempi decisamente molto più lunghi e burocrazia molto più complicata rispetto ad altri, l’ho inserito perchè è italiano ed il server è abbastanza veloce oltre ad essere uno dei più usati.

    Per SiteGround è dà un pò che lo uso prima usavo Godaddy (lasciato perchè non mi piace l’assistenza oltre al fatto che per un problema di scadenza carta di credito si sono venduti un mio dominio di oltre 10 anni di anzianietà, ed ha causa di alcune perdite di tempo da parte Loro non l’ho più recuperato), come dicevo con SiteGround almeno da quando lo uso ed hanno aperto un server a Milano mi sono trovato abbastanza bene, almeno questa è la mia esperienza.

    Ti ringrazio per il contributo, adesso voglio provare hostingperte.it, in modo da aggiornare la guida

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *